Enterprise 64-128

Enterprise64_outEnterprise64_in

Produzione: 1985

OS: EXOS
Clock 4Mhz
64/128 Kb ram
256 Colori
38 Colonne
Audio: 4 voci

Enterprise 64 - 128

In questo articolo conosciamo questo computer 8 bit che non ha avuto molto successo ma aveva tutte le carte in regola per essere un buon computer.
Questo computer è stato progettato dalla Intelligent Software, una azienda Britannica, nel 1983 ma per gestione interna vide la luce nel 1984-85.
Questa società era famosa per il software Cyrus (un programma di scacchi famoso all’epoca) e venne incaricata di creare un computer nel 1982, quindi Nick Toop (Ex della Acorn) si mette all’opera e insieme a David Woodfield realizzano i chip custom video e audio per quello che all’epoca doveva essere un computer top di gamma!. Le caratteristicheper l’epoca erano veramente interessanti, basato sullo Z80 a 4Mhz e con audio a 4 canali (3 suoni e 1 rumore) video con una palette di 256 colori e risuoluzione massima 672×512 (solo 2 colori) oppure 320×200 (4 colori) e altre 2 risoluzioni a scalare da 16 e 256 colori, 64/128Kb di ram.

Perché un computer così non ebbe successo?
Beh, problemi di progettazione e la realizzazione di un basic proprietario rallentarono lo sviluppo e anche intimoriti anche dalla figura del Sinclair QL che quando uscì aveva molti problemi, decisero di presentarlo quando tutto era perfettamente funzionante e si arrivò così ad aprile dell’84.
Oltre al lancio in ritardo quando ormai anche altri computer avevano caratteristiche più vicine a questo modello ed al fatto che quando uscì non c’era software disponibile, tutto questo influenzò le vendite. Purtroppo la società fallì nel 1986 circa un’anno dopo il suo lancio e molte macchine invendute vennero commercializzate ad un prezzo ridotto in Germania e Ungheria, dove proprio in quest’ultimo paese trovò una community molto attiva ed ancora oggi si trova del software aggiornato, schede di espansione ecc..

Una pecca di questo computer è il fatto di avere tutte le porte di espansione (video,stampante,joystisck) non standard e l’utilizzo di una membrana per la tastiera, la quale rende la digitazione scomoda oltre al conosciuto problema sulla rottura della menbrana che affligge gli Spectrum e QL.
Altra cosa strana è che nella tastiera non abbiamo i tasti cursore e per muoverlo durante la porgrammazione o scrittura dobbiamo per forza utilizzare il joystick, cosa non prorpio comoda.

Il computer a differenza degli altri dell’epoca non aveva un interprete basic integrato, infatti all’accensione parte con un wor processor e per lavorare in basic occorre inserire una cartuccia apposita.

Nella confezione veniva fornita la cartuccia basic, un software su cassetta, il trasformatore di alimentazione e i cavi per la connessione di un registratore e del tv. Già anche questa macchina ha l’uscita principale in RF anche se ha l’uscita RGB sul connettore ma non viene fornito il cavetto.

Ho preso questa macchina fortunatamente ad un prezzo basso per quello che si vende in genere e visto che è abbastanza rara, il problema di queste aste a basso costo “non testate” è che molto probabilmente non funzionano, dico questo perché so per certo che il venditore aveva modo di testarla visto che ne vendeva altre funzionanti e testate

Il problema che ho riscontrato era l’assenza di sengale sia sul connettore RGB che su l’RF vi rimando quindi all’articolo della riparazione!!:

Video : https://www.youtube.com/watch?v=sn2BjG6OtpQ

Articolo video fix : https://retrofixes.it/enterprise-64-video-fix/

Schermata d’avvio Enterprise.